home   >   News   >     >  30.01.2016 @ Verona

30.01.2016 @ Verona

30.01.2016 (Quinto Valpantena – VR). Una Giesse-De Longhi Treviso più forte dell’influenza (5 le vittime degli acciacchi di stagione) e di parecchie scellerate scelte arbitrali torna dalla terra veronese con una vittoria.

I 7 i giocatori a referto per la Giesse-De Longhi hanno dovuto gestire energie e falli per tutti i 40 minuti di gioco. Compito non certo facile: i pochi quintetti allestibili non sono abituati a giocare assieme e questo permette ai padroni di casa di arrivare a canestro più volte trovando poca opposizione. Problematica simile anche in zona d’attacco con geometrie e spaziature tutt’altro che armoniose, rendono ogni tiro più difficile di quello che potrebbe essere. Il primo quarto di gioco finisce con la Giesse-De Longhi avanti 16-10.

Il secondo quarto è uno strazio. Le percentuali al tiro sono terrificanti ed i canestri cominciano ad avere più di qualche problema di bruciore visto l’innumerevole quantità di pallonate ricevute. Il parziale che ne scaturisce è eloquente:  7-9.

Nell’intervallo lungo coach Dal Fitto cerca di mescolare le poche carte in mano. Il cambio di difesa aiuta infatti a recuperare più palloni e a ripartire in velocità verso il canestro avversario. Il risultato è discreto se si pensa ai 20 punti realizzati. Diventa poco più che sufficiente di fronte ai 14 punti subiti.

Un po’ più di oculatezza difensiva la Giesse-De Longhi riesce ad imbastirla nell’ultimo quarto di gioco quando concede solo 7 punti agli avversari. In attacco Ezeanyim e Dal Ben si intendono bene ed arrivano più volte a buone realizzazioni. L’incontro finisce 59-40 con Brunelli che trasforma 1 tiro libero su tre per un ingenuo fallo commesso da Dal Ben nel tentativo di negare un’ininfluente tripla a fil di sirena. Curiosi i 9 decimi di secondo rimasti sul tabellone di gara inspiegabilmente non fatti giocare dalla coppia arbitrale dopo i tiri liberi veronesi.

“Una strana partita questa” il commento di coach Dal Fitto “Siamo arrivati qui consci del nostro potenziale ma intimoriti per la situazione nuova che ci siamo trovati di fronte. Abituati ad avere una panchina profonda non siamo abituati a gestire minutaggi e falli. Ho comunque visto buone cose all’inizio soprattutto un difesa. Siamo distanti dalla perfezione ma ci arriveremo. Pecchiamo ancora molto nelle percentuali al tiro e su questo dobbiamo lavorare ancora molto e migliorarci. Non commento l’operato degli arbitri: notoriamente non sono loro che devono essere protagonisti delle partite. Spero solo non ci facciano tornare qui per giocare i 9 decimi di gara che sembra manchino ancora!”

Il prossimo fine settimana il campionato si ferma per far disputare l’All Star game. Alla ripresa, il 13 febbraio ci sarà il big match con il Gradisca capolista che verrà a giocare al Pala Santantonino nell’incontro che deciderà chi sarà primo in classifica nel girone B.

 

Giesse-De Longhi PDM Treviso:  Santinon 2, Ezeanyim 16, Girardello 2, Dal Fitto 14, Azzolin, Dal Ben 7, Benedetti 18. Coach: Dal Fitto

 

Olympic Basket Verona: Varana, Donisi,Rodegher 2, Brunelli 18, Dal Pozzo 12, Careddu, Zilocchi 6, Tomasi, Bigi, Filippini, Bianchi 2. Coach: Pozzera

 

Parziali: 16-10, 7-9, 20-14, 16-7

TL: 3/9 (TV), 4/12 (VR)

Arbitri: Toschi, Zannoni

 

Giornata:

Trento – Vicenza             14-67

Verona – Treviso             40-59

Padova – Gradisca          n.p.

 

Classifica:
Gradisca              12*

Treviso                12

Vicenza               10

Verona                4

Padova                2*

Trento                0

 

*1 partita in meno